Il Sistema del Brevetto Unitario, tra nuovi sviluppi e integrazioni

by Pietro Borsari


Lo scorso 1° giugno 2024, il Tribunale Unificato dei Brevetti (UPCA), nonché l’istituto del Brevetto Unitario hanno compiuto il primo anno di vita. Il nuovo sistema, di protezione e di azionamento dei titoli brevettuali, ha rafforzato la cooperazione tra i 17 Stati membri dell’UE che hanno ratificato l’UPCA fin dalla prima ora: Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia e Svezia.

La Romania si accinge ora a diventare il 18° Stato di questo sistema, dopo aver depositato. lo scorso 31 maggio 2024, lo strumento di ratifica dell’UPCA presso il Consiglio dell’Unione Europea. La ratifica entrerà in vigore il 1° settembre 2024, cioè il primo giorno del quarto mese successivo al deposito (articolo 89(2) UPCA). Da questa data, il sistema del Brevetto europeo con effetto unitario includerà anche la Romania, permettendo a tutti coloro, soggetti fisici o giuridici, che fanno innovazione di ottenere una protezione uniforme in 18 Stati membri dell’UE, avvantaggiandosi altresì di un sistema di mantenimento centralizzato, sicuramente vantaggioso da un punto di vista economico.

Il sistema sta registrando una considerevole adesione, come testimoniano i numeri: 

– al 28 maggio 2024, l’EPO ha concesso 27.202 brevetti europei con effetto unitario, di cui 1.476 di origine italiana, pari al 5,4% di tutti i brevetti concessi. L’Italia è al sesto posto per origine dei richiedenti e terza tra i paesi UE, dopo Germania e Francia;

– al 30 aprile 2024, la Corte di Prima Istanza del TUB ha trattato 341 casi giudiziari, di cui 8 presso la divisione locale di Milano.

Infine, il 26 giugno 2024 verrà inaugurata a Milano la terza sezione della divisione centrale del TUB, dopo le sedi a Parigi e a Monaco. Alla sezione di Milano saranno assegnate alcune delle competenze che erano destinate, fino alla Brexit, alla sede di Londra. Più precisamente, la sede di Milano sarà competente per le azioni relative ai brevetti della sezione A secondo la Classificazione Internazionale dei Brevetti (IPC), che riguarda le human necessities, cioè prodotti farmaceutici, fitosanitari, del settore agroalimentare e della moda, ad esclusione delle vertenze che riguardano i certificati complementari di protezione.

Attendiamo quindi l’inaugurazione ufficiale della sede, fissata con le autorità per il prossimo 1° luglio 2024.

Manzella & associati è impegnata in prima linea, in questo nuovo sistema, nell’assistere la propria clientela in modo specializzato e al passo con le più recenti evoluzioni del mondo IP.

Top